Apriamo il Blog Nielsen Communication con un articolo riguardante uno degli aspetti più importanti della digital communication: l’attività SEO. Cercheremo di essere più chiari e semplici possibili per onorare la nostra filosofia aziendale, cioè essere alla portata di tutti.

Partiamo dallo spiegare che cosa si intende per attività SEO. Opinione condivisa è che sia un’attività strategica che permette di posizionare il vostro sito web nelle prime posizioni sui motori di ricerca. Scritta così la nozione è troppo vaga e generalizzata cercheremo, quindi, di entrare più nello specifico fornendo delle nozioni pratiche.

Come si costruisce la strategia di posizionamento?

  • Inserire PAROLE CHIAVE nel testo;
  • Individuare in maniera precisa il nostro TARGET;
  • Scoprire le SERP di Google del nostro TARGET;
  • Se fosse così semplice tutti i siti dovrebbero essere in prima pagina nelle ricerche di Google, ma così non è. Il motivo? Perché le parole chiave e la definizione del target è fondamentale ma non basta.

Allora cosa serve?

  • Identificare per cosa si vuole emergere nelle ricerche, non inserirlo in maniera esagerata nel testo e non abusarne. Il motore di ricerca identificherà la pagina come spam e la penalizzerà. I nuovi algoritmi di Google valutano il testo nella sua interezza e nella sua originalità, non si soffermano sulla ripetizione continua della parola chiave e dei suoi sinonimi.
  • Servono contenuti originali, ben scritti e utili per le ricerche del target. Non badare alla lunghezza del testo ma concentrarti sulla qualità.
  • Trova parole chiave e monitorarle sulla base degli obiettivi. Ci si può aiutare con molti TOOLS, tra i principali quello offerto da Google (Keyword Planner).
  • Concentrati sui contenuti piuttosto che sull’inserimento meccanico di parole chiave.

Fondamentale è capire cosa cerca e cosa ha bisogno il target. Questo è necessario per allineare il prodotto offerto della tua azienda con il modo in cui i clienti ti potrebbero cercare sui motori di ricerca. Bisogna analizzare le QUERY, cioè le domande che effettuano su Google. Si tratta di capire quali parole scrivono nel motore di ricerca per vedere quali sono le SERP, ossia le risposte che vengono generate.

È bene partire cercando, non una singola parola, ma almeno 4-5 per focalizzare il contenuto in maniera più precisa. Cercare solo una parola potrebbe essere troppo dispersivo. Una volta fatto ciò identifica cosa ci appare nei risultati e sulla base di questo costruire la pagine, i contenuti o i post. Solo così saprai che cosa il target cerca, che cosa piace, cosa acquista o che cosa sottoscrive.

Trova un titolo e un sottotitolo coerente e accattivante, sulla base di quanto detto sopra. Per l’indirizzo URL inserisci la parola chiave legata all’attività svolta. Puoi anche aiutarti con numerose estensioni e software specializzati nell’identificazione di contenuti chiave e nella valutazione dell’indicizzazione del sito.

Per riassumere elenchiamo cosa è bene fare e cosa è bene non fare per svolgere al meglio l’attività SEO.

COSA FARE:

  • Studia il target e la tua attività principale.
  • Trova un titolo coerente e accattivante, che contenga la parola chiave nelle prime posizioni della frase.
  • Inserisci un sottotitolo con altre parole chiave.
  • Seleziona un’immagine coerente, in alta definizione e ottimizzata per non rallentare il caricamento della pagina.
  • Scrivi il testo grammaticalmente corretto, interessante e facile da leggere.
  • Utilizza i paragrafi, gli elenchi puntati, la parole più importanti scrivile in grassetto o in maiuscolo.
  • Utilizza un Plugin SEO.
  • Se possibile inserire link esterni coerenti con l’attività aziendale.

COSA NON FARE:

  • Fare copia incolla da varie fonti. Google penalizza i contenuti duplicati e uguali.
  • Produrre contenuti noiosi e poco interessanti che fanno si che il lettore abbandoni la pagina.
  • Inserire parole chiave in maniera casuale e priva di senso.
  • Concludiamo dicendo che l’attività SEO non è una funzione da sottovalutare per un’azienda. Si richiede tempo, lavoro e professionalità, non ci si può improvvisare ed è bene affidarsi sempre ad agenzie specializzate in queste pratiche.