Nell’immenso mare della digital strategy c’è il rischio che la nostra comunicazione si perda in un oceano di altre informazioni perché più interessanti, costruite meglio oppure semplicemente più in linea con gli hot topics e con i trends del momento. C’è anche il rischio che i competitors abbiano utilizzato un cosiddetto Social Media Influencer.

Vediamo come anticiparli e come selezionare gli argomenti vincenti.

È bene, prima di attuare una sia strategia di web marketing sia un attività di content marketing, conoscere quei temi, quelle parole o quelle persone che generano maggior traffico on line. Inserirsi in “temi caldi” permette di aumentare la visibilità del brand, creare interazione con il pubblico e scoprire nello stesso momento gusti e interessi degli utenti. Permette quindi di capire cosa può attrarre la loro attenzione.

Va tenuto presente che persone (influencer), parole, temi e vicende interessanti in Italia potrebbero non essere le stesse in un altro Paese. Di conseguenza, una campagna di comunicazione, deve tenere in considerazione il contesto territoriale e soddisfare molteplici esigenze.

L’abilità consiste, sia che nel creare contenuti interessanti e coinvolgenti, ma soprattutto di inserirsi nel minor tempo possibile nelle discussioni riguardanti gli hot topics. Rapidità e aggiornamento costante sono due doti essenziali sul web. Utilizzare temi passati, discussioni già concluse o in fase declinante potrebbe dimostrarsi del tutto privo di senso o in alcuni casi dannoso.

Una domanda sorge spontanea: perché utilizzare tendenze, influencer e argomenti per la propria web strategy?

Semplicemente perché sfruttando gli hot topics si fa parlare dell’azienda senza fare pubblicità diretta. Si innescano in maniera spontanea conversazioni tra gli utenti generando, potenzialmente, il tanto amato fenomeno virale. Innescato il meccanismo di condivisione va costantemente controllato e monitorato affinché i toni rimangano sempre positivi nei confronti dell’azienda.

Come scoprire argomenti e trends di tendenza?

Come molto spesso accade Google viene in aiuto. Attraverso Google Trends, si possono vedere gli argomenti di tendenza in base al Paese e a specifiche categorie. Si può inoltre vedere le parole chiave più cercate in base a quello specifico tema.

È possibile scoprire:

  • Gli argomenti ad esso connesso;
  • Gli interessi per area geografica;
  • Le query di ricerca;
  • L’interesse nell’arco del tempo.

Nei mesi di Giugno – Luglio 2016 gli hot topics in Italia sono stati: passerella di Christo, amministrative 2016, Europei 2016, Pokemon Go, solo per citare i più noti.  Complimenti a chi li ha identificati prima degli altri e gli ha sfruttati a proprio vantaggio.

Qui sotto due esempi

aiaiai_pokemon_sign_close_up_aotw.jpg                            13346937_10154087503691276_4915950843013906947_n.jpg

 

Durante Euro 2016 questo diceva Google Trends

Cattura.PNG

 

Anche gli influencer, in una strategia di social media marketing, assumono un’elevata importanza. Non esiste un criterio univoco per individuare l’influencer giusto ma ci si può avvalere di metodi rudimentali come il conteggio dei followers o dei fan oppure utilizzare indici complessi sfruttando specifici siti come Kred, Klout e molti altri.

Per concludere è fondamentale capire i trends, interpretare gli hot topics e individuare gli influencers. Fatto ciò si deve inserire il tutto all’interno della strategia di comunicazione monitorandone gli sviluppi futuri.

Far parlare del brand associandolo alle vicende quotidiane è lo strumento più economico e efficace per creare valore e costruire una specifica immagine aziendale.