Sorry, this content is avaiable only in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Ti sei mai chiesto perché un tempo ottenevi risultati semplicemente creando immagini a scopo pubblicitario mentre ora fai sempre più fatica ad ottenere risultati consistenti dalla tua campagna di marketing ?
Forse perché le tendenze sono cambiate e tu sei rimasto ancorato al passato.

Se, infatti, fino a qualche anno fa ti bastava realizzare un contenuto testuale per una strategia di marketing di successo, ora il livello di complessità è aumentato e per riuscire a colpire il tuo pubblico devi riuscire ad inventarti sempre qualcosa di nuovo ed originale. Detto ciò puoi continuare sulla tua strada oppure puoi provare a realizzare qualche video.
Sono proprio questi che stanno dominando il panorama della comunicazione, soprattutto quella digitale. Giusto per farti capire la portata del fenomeno, hai mai provato a vedere quanti video appaiono nella tua newsfeed di Facebook? Te lo diciamo noi, più del 90%. Se invece consideriamo tutto il traffico internet i video, secondo Cisco, hanno rappresentato circa il 75%.
I video on-line stanno diventando sempre più uno strumento chiave per tutti coloro che desiderano ottenere informazioni in modo rapido e diretto. Ed è proprio da questo elemento che devi partire.

In rete si trovano una miriade di video, tra quelli più diffusi e apprezzati ci sono quelli tutorial. Se ne trovano disparati, da quelli in cui qualcuno esprime la propria opinione, a quelli usati come diario personale, da quelli in cui si descrive come si realizza un qualcosa, a quelli in cui viene commentato e si recensito un prodotto. Questi video vengono chiamati “How To” e secondo un’indagine di Google la loro visione è aumentata del 70% dal 2016 al 2017.

A questo punto il nostro consiglio è quello di iniziare a creare qualche semplice video e condividerlo sui social al fine di aumentarne la visibilità.

Se non sei ancora convinto, i video sono fondamentali perché:

– COLPISCONO
Hanno un elevato potere di colpire ed emozionare chi guarda. Sono l’unione di immagini, parole e musica. Agiscono sulle emozioni degli utenti perché sono in grado di stabilire una connessione tra azienda e chi li guarda, potrai rivolgerti al tuo pubblico in maniera empatica cercando di veicolare messaggi che difficilmente potresti spiegare con un’immagine. In una parola emozionano.

– COSTRUISCONO L’IDENTITÀ E CONVERTONO
Un video “parla” in maniera diretta e contribuisce a creare l’identità di marca. Con i giusti video potrai cercare di costruire una specifica personalità, in più avrai la possibilità di costruire mondi simbolici attorno al tuo brand e puntare a costruire una relazione duratura e solida con il cliente. Tieni anche presente che un video ben costruito aumenta le conversioni del 300%. Infatti l’utente potrà scoprire e analizzare a fondo un prodotto prima di effettuare l’acquisto.

Ed ora qualche consiglio per creare un buon video:

– FAI IN MODO CHE SI UTILE
Cerca sempre di essere utile e di dire qualcosa che serva all’utente finale. Sono il miglior strumento per insegnare o spiegare qualcosa. I video how to sono i più apprezzati, così come quelli legati alle recensioni di prodotti o servizi.

– REALIZZALI DELLA GIUSTA LUNGHEZZA
Non esiste una lunghezza ideale, ma ci sono alcune linee guida che posso essere utili. Devi tenere presente che il tempo di visione dipende dal dispositivo: a titolo esemplificativo chi guarda video da desktop ha una soglia di attenzione pari circa a 2 minuti, chi usa lo smartphone sale a 2 minuti e mezzo. Su Facebook vengono preferiti video più brevi mentre su YouTube l’utente preferisce video più lunghi, circa 3 minuti.

– INSERISCI UNA CALL TO ACTION
Come tutto ciò che è digital anche il video dovrebbe includere un invito all’azione, il quale dovrebbe essere inserito nei primi 10 secondi e non alla fine come verrebbe spontaneo pensare.

– ANALIZZA I DATI
Una volta che hai pubblicato il video dovresti analizzare qual è il tempo medio di visione e da che dispositivo viene visto. Controlla anche quali sono quelli più apprezzati e quando gli spettatori abbandonano. Dovrai monitorare questi e altri parametri per migliorare in futuro la creazione di contenuti.

Inserire i video nella tua strategia di marketing ti potrebbe aiutare a coinvolgere il cliente e a farti percepire come utile piuttosto che conveniente. I risultati che potresti ottenere saranno nuovi e inaspettati, perché non provare?

Se desideri una consulenza o se vuoi realizzare il tuo video A Costo Zero contattaci.